Pages Menu
Categories Menu

STRATEGIE INNOVATIVE: MIP E PACIS

Scoprite le metodologie PACIS e MIP, usate per incrementare l’innovazione nelle imprese.

PACIS

Capire le cause principali di un problema è il primo ed inevitabile passo verso la ricerca delle soluzioni adeguate. Per fare ciò il metodo PACIS, abbreviazione di problem/challenge analysis, creation of ideas and selection, utilizza un approccio creativo per l’analisi del problema e la ricerca delle soluzioni. É efficace soprattutto per la soluzione di problemi gravosi, perché facilita la loro identificazione, l’analisi e la soluzione. PACIS è eseguito da gruppi di 5-10 persone, composti da specialisti del settore e figure professionali senza conoscenze specifiche nel campo nel quale è stato identificato il problema. Parte dei partecipanti, possibilmente anche specialisti esterni, deve avere una conoscenza sufficientemente ampia, anche in altri settori, ed essere capace di prevedere le nuove tendenze. L’efficacia del metodo PACIS dipende soprattutto dalla qualità e dalla creatività di tutto il gruppo e dal fatto che siano seguite tutte le fasi del processo.

L’esecuzione prevede varie fasi. Nella fase preliminare si identifica il problema, che viene attentamente definito, analizzato e scomposto in fattori di base ovvero problemi originari. Sulla base dell’accertamento dei problemi o delle cause originarie si effettua la ricerca e la creazione delle soluzioni. L’approccio al problema attraverso la collaborazione di esperti di diversi settori e  la creazione di idee costruisce le soluzioni, basandosi sulle nuove tendenze e al contempo creandole – sia a livello tecnologico che a livello interdisciplinare.

MIP

Il primo passo verso l’innovazione è l’idea fondata su un problema riscontrato o su un’opportunità. MIP è un metodo chiamato anche mass identification of problems – identificazione di massa dei problemi. Si tratta di un concetto nuovo che mira a spronare il maggior numero di dipendenti di un’ impresa alla percezione delle occasioni e all’identificazione di potenziali soluzioni. Il metodo raggruppa diverse tecniche che sono focalizzate alla prima fase del processo inventivo-innovativo. Nel contesto dell’approccio MIP si identifica con l’aiuto di diverse tecniche un elevato numero di problemi o sfide. Questi possono fungere da punto di partenza sia per le soluzioni incrementali che per le soluzioni sovversive. MIP avviene in due fasi. La prima è in forma di workshop, durante il quale i partecipanti/rappresentanti dell’impresa apprendono il metodo. In seguito si aggiungono anche gli altri partecipanti della stessa impresa che tramite l’e-learning e il lavoro di gruppo, in un periodo di varie settimane, cercano con il lavoro continuativo e con l’approccio adatto i problemi, le opportunità e le idee per la loro soluzione.

 L’uso degli approcci – metodologie nel progetto SharTec

Nell’ambito del progetto Shartec saranno implementate durante i workshop con le imprese le metodologie PACIS e MIP. PACIS sarà effettuata con il partner del progetto Hidria. Il workshop prevede la partecipazione di 5-10 persone incluse nel settore e nel processo lavorativo, nel quale ha Hidria riscontrato dei problemi nel corso della durata del progetto. Il workshop sarà condotto da due specialisti nel settore dell’innovazione ed  avverrà in due fasi. Nella prima fase i partecipanti conosceranno e definiranno il problema.  Nella seconda fase definiranno il problema in modo dettagliato cercando altre ragioni e cause al problema. La terza fase sarà dedicata all’analisi delle cause del problema ed alla loro discussione. Nella quarta fase i partecipanti cercheranno con svariate tecniche le idee per le potenziali soluzioni del problema. É in programma lo svolgimento del workshop PACIS anche in un’impresa italiana.

Il metodo MIP sarà effettuato durante il workshop al quale parteciperanno le imprese che hanno espresso, nel questionario, la volontà di collaborare. Il numero dei partecipanti previsti è 20-25. Il workshop della durata di un giorno, condotto da vari moderatori, sarà effetuato in più fasi, in seguito sarà seguito per qualche settimana anche tramite le aule on-line. Al primo incontro saranno presentate ai partecipanti le diverse tecniche di identificazione del maggior numero di problemi. Seguirà la scelta di uno o più problemi, che saranno definiti in dettaglio e ai quali si cercheranno le soluzioni in modo pilotato. I partecipanti continueranno ad usare questo metodo nelle proprie imprese, includendo anche gli altri dipendenti. Con tecniche diverse analizzeranno il problema, scopriranno le cause e cercheranno le soluzioni. Per questo lavoro avranno a disposizione nell’aula on-line il materiale, le direttive per il lavoro e l’appoggio dei moderatori, che annoteranno l’andamento e il riscontro all’applicazione delle tecniche nell’impresa. Se necessario sarà organizzato un incontro finale, durante il quale i partecipanti avranno modo di esporre le proprie impressioni e i risultati del workshop.

Il workshop MIP oltre ad individuare ed analizzare i problemi vuole anche far conoscere ed introdurre i processi innovativi nel lavoro ordinario delle imprese.